fbpx

La “cultura del mattone” è ancora fortemente radicata, nonostante gli alti e bassi del mercato immobiliare.
Ma cosa è preferibile acquistare: “nuovo” o “da ristrutturare”? Scopriamolo insieme.

Fino a qualche anno fa, prima della crisi economica, si investiva molto anche sulle “seconde case”, scelte in luoghi di villeggiatura o in piccoli centri storici che così rinascevano a nuova vita. Oggi comprare una casa è ancora considerato l’investimento più sicuro, sempre più conveniente di un affitto, anche se richiede un’esposizione economica sicuramente più importante. Ma, una volta deciso di acquistare, è meglio rivolgere la nostra attenzione su una casa nuova o su una da ristrutturare?

Prima di compiere questa scelta rivolgetevi ad un serio professionista che sappia consigliarvi e non limitatevi al solo aspetto estetico ma considerate anche costi e tempi. Il prezzo di una casa nuova sarà naturalmente superiore a quello di una casa da ristrutturare, anche se molto spesso, per inesperienza o perché si affidano i lavori a ditte poco qualificate, i costi tendono a lievitare notevolmente.
Gli studi di settore ci dicono che il mercato del nuovo è pressoché stabile nelle periferie e nei piccoli centri, mentre è in forte concorrenza con quello degli immobili preesistenti nelle grandi città; questo avviene soprattutto nei quartieri di pregio, dove le nuove costruzioni sono davvero rare. In queste zone, spesso dotate di grandi viali, con scorci suggestivi sul costruito del secolo scorso, lo svuotamento abitativo dovuto al ricambio generazionale ha attirato tutta una tipologia di acquirenti, amanti delle case d’epoca e dei loro ambienti.

Dunque scegliere tra una casa nuova o una da ristrutturare dipende sopratutto dalle esigenze di ognuno. I dati dicono che  il mercato immobiliare del nuovo è forte sopratutto nelle aree meno centrali e nei piccoli centri urbani dove la concorrenza è molta alta e quindi è possibile trovare un buon affare a costi contenuti. Al contrario per gli immobili presenti nelle grandi città o all’interno dei centri urbani è molto più conveniente acquistarli da ristrutturare con prezzi davvero competitivi.

I vantaggi di una casa da ristrutturare

Quando si decide di acquistare una casa da ristrutturare la prima cosa da fare è effettuare un analisi dei tempi, dei costi e della fattibilità del futuro progetto.  Quindi fate con attenzione tutti i calcoli necessari e affidatevi ad un professionista che vi possa consigliere, dandovi indicazione chiare su come procedere; spesso accade che ciò che avete immaginato sia del tutto irrealizzabile.

I vantaggi di acquistare una casa da ristrutturare:

  • Prezzo. Una casa da ristrutturare ha un costo nettamente inferiore, circa il 20% in meno rispetto ad una casa nuova.
  • Ambienti costruiti con materiali e stili unici, in grado di regalare atmosfere particolari che nessun casa nuova può ricreare. Tutto questo unito alla possibilità di personalizzare ogni spazio secondo il vostro piacere.
  • La presenza di spazi e volumi molto ampi che nelle case di nuova costruzione sono del tutto inesistenti. Se desiderate vivere la casa con soffitti alti, con ampie stanze e finestre, avere la possibilità di uno studio, la scelta migliore è sicuramente quella di una casa da ristrutturare.
  • Le agevolazione fiscali sono uno degli altri vantaggi che può spingere a comprare una casa da ristrutturare.

Così comincia l’avventura creativa

Un lavoro paziente e gratificante, reso agevole nel momento in cui si hanno tecnici ed impresa di piena fiducia.
Quello che non va mai perso di vista, però, è l’aspetto economico complessivo di tutta l’operazione.
La ristrutturazione comporta l’aumento di valore del nostro immobile, ma nessuno ci può garantire che nel lungo termine rientreremo delle spese.

Se decidessimo di rivendere subito, a ristrutturazione ultimata, il prezzo da chiedere non potrà essere superiore alla media dei prezzi delle abitazioni di zona, ovviamente a parità di condizioni. E’ la parte più difficile da accettare: molte volte abbiamo sentito dire “sono soddisfatto, ma non mi riprenderò mai quello che ho speso”.
Questo non deve succedere, la valutazione precisa sull’aspetto economico va fatta prima dell’inizio dei lavori e deve essere costantemente controllata negli stati di avanzamento, perché ogni scelta sia sempre consapevole. La soluzione, se non si è esperti del settore, è sempre quella di affidarsi a professionisti competenti e scrupolosi che analizzino tutti gli aspetti prima di firmare la proposta d’acquisto.
Se i problemi da risolvere implicano una ristrutturazione impegnativa, che potrebbe ripresentare criticità nel tempo, anche se siamo innamorati perdutamente di quella casa, è meglio rassegnarsi, rinunciare all’acquisto e cercarne subito un’altra.

Chiedere prima è sempre preferibile a spendere dopo!

 

Pin It on Pinterest

Share This